Super User

Super User

«La mia vita? Talmente rara che è quasi meravigliosa». Non c’è domanda che la lasci senza parole, questa ragazza dai capelli biondi e dal sorriso sempre pronto a schiudersi. Non c’è argomento che abbia timore di toccare, non c’è un giorno dell’anno in cui non la si trovi intenta a seguire una, due, quattro attività contemporaneamente. Giulia Volpato è così, una forza della natura. 

Giovedì, 19 Settembre 2019

Berta Isla. Un amore assurdo

Ci sono innamorati destinati (verrebbe quasi da dire condannati), a restare uniti da un’attrazione insopprimibile, generata da una lucida rassegnazione, nonostante avversità apparentemente insuperabili, nonostante tensioni potenzialmente esplosive, anche dopo (e forse proprio grazie a) pause e deviazioni più o meno prolungate.

L’equilibrio prima di tutto. Nella quotidianità, e altrettanto nell’ambito sportivo, spesso istinto e ragione si alternano, con risultati poco soddisfacenti, o incompleti.
Nel corso della mia carriera sportiva mi sono interrogato innumerevoli volte sull’efficacia dei miei comportamenti, ai fini di raggiungere l’obiettivo insieme alla squadra, specie quando mi sono trovato nel ruolo di ‘capitano’. Cosa mi guidava nelle azioni e nelle scelte, quali attenzioni, quali pensieri mi hanno sostenuto in questo cammino, facendo sì che attivassi le mie risorse personali?

L'arte digitale si contrappone all'arte classica e alle abilità manuali dei grandi artisti del passato? Arte digitale e arte classica sono due estremi di una stessa realtà?
Sembra di no, o almeno non sempre. Quelli di Save the Artistic Heritage, anzi, ci hanno visto una opportunità di valorizzazione e promozione.

Lunedì, 16 Settembre 2019

Come cambia il mondo del lavoro?

Martina Gianecchin, Docente di Gestione delle Risorse Umane dell'Università degli Studi di Padova del Dipartimento di Economia ci parla del cambiamento del mondo del lavoro.

Lunedì, 16 Settembre 2019

Sentirsi piccoli nella Grotta Gigante

Sembra di essere catapultati dentro un videogame, alla ricerca di un tesoro nascosto in grotte buie e dalla strada impervia. Un freddo cane, una faticaccia che mi ha fatto maledire il tabagismo, e un ticchettio inizialmente alquanto cacofonico. Questo è ciò che si prova all’ingresso della Grotta Gigante di Sgonico, in provincia di Trieste. Una volta abbandonato il buio della prima rampa di scale, però, si entra in uno scenario che non si può vedere in nessun’altro angolo del mondo. Un gioiello senza eguali che, per l’ora abbondante di percorrenza, vi farà sentire piccoli e quasi insignificanti di fronte alla forza della natura e alla forza del tempo.

Lunedì, 16 Settembre 2019

Humanitas

Se siete incuriositi da dibattiti contemporanei e non, e avete voglia di allargare le vostre conoscenze, non potete perdervi gli appuntamenti di fine settembre ed inizio ottobre a Piombino Dese, in provincia di Padova.

Non è stato morso da un ragno geneticamente modificato, acquisendone i poteri. O almeno, nessuno sa se ci troviamo di fronte al Peter Parker dell'arte... quello che si sa è che ha una passione smodata per i ragni e le loro tele. 
Se andate in questi mesi ai Giardini della Biennale di Venezia, ed entrate in un piccolo padiglione a lui dedicato,  troverete una luce che illumina dal basso le architetture create da ragni, esseri viventi messi nelle condizioni ideali dall'artista per produrre centinaia di filamenti intrecciati in disegni misteriosi e affascinanti. Il suo 'lavoro' fa riferimento alle architetture utopiche degli anni '60.

Martedì, 10 Settembre 2019

Uomini e animali nel Medioevo

È un viaggio per immagini tanto bizzarro quanto affascinante, quello proposto da Chiara Frugoni in “Uomini e animali nel Medioevo. Storie fantastiche e feroci”.
L’autrice, docente emerito di Storia medievale, prende spunto da mosaici, dipinti, affreschi, mappe e miniature per farci scoprire come gli uomini del Medioevo vedessero il Creato, in base alle loro conoscenze e alle loro credenze, che poggiavano su basi approssimative e, spesso, anche su esigenze di indottrinamento religioso.

Lunedì, 16 Settembre 2019

Una "polentona" in Puglia

Il mio viaggio in Puglia non è stato solo un viaggio, è stato molto più. E’ stato entrare in una casa e in una famiglia che non è la mia, ma sentirmene parte dal primo giorno. È stato andare a vedere i luoghi del cuore di una delle mie migliori amiche, pugliese d’origine, che mi ha mostrato la sua terra attraverso i suoi occhi innamorati. Neanche a dirlo, mi sono innamorata della Puglia pure io. 

Pagina 1 di 14